Le cinque meraviglie naturali meno conosciute al mondo

Le cinque meraviglie naturali meno conosciute al mondo

Chi ama la Natura è sempre alla ricerca di posti sconosciuti e incontaminati. A volte, per questi viaggi ai confini del mondo, è indispensabile anche una giusta dose di coraggio.

Se anche tu sei un amante di paesaggi estremi, la lista delle meraviglie naturali più belle e meno note stilata dal Guardian sarà il canovaccio delle tue prossime vacanze.

Sparse sul globo terrestre, queste mete non sono agevoli da raggiungere, ma una volta lì, ammirando lo spettacolo naturale, dimenticherai facilmente il lungo e faticoso viaggio.

hills

Le colline di cioccolata nelle Filippine

A Bohol, una delle isole dell’arcipelago delle Filippine, ci sono più di 1000 colline, alte 50 metri. La forma collinare che le rende simili a gobbe di dromedario è il risultato del corallo e dell’acqua piovana.

Durante la stagione estiva, il colore bruno è dovuto all’erba, che seccandosi le trasforma in colline di cioccolato. La leggenda vuole che queste siano le lacrime versate dal gigante Arogo per la morte di Ayola, la sua amata.

Le grotte di ghiaccio in Alaska

Quand’è l’ultima volta che sei stato in un ghiacciaio? Sotto il ghiacciaio di Mendenhall si diramano gallerie lunghe chilometri.

Più che camminare all’interno di un acquario l’esperienza è molto più simile a quella di passeggiare su un pianeta sconosciuto. È un’occasione da cogliere al volo: per via del cambiamento climatico infatti le grotte si stanno sciogliendo.

Il lago di meduse nell’Arcipelago di Palau

Le meduse non sono animali generalmente simpatici, ma sono esseri meravigliosi da vedere. Immagina di nuotare con milioni di meduse innocue.

Il lago di meduse si trova nell’Oceano Pacifico, in una precisa zona circondata da una barriera naturale di roccia. In assenza di predatori le meduse si sono riprodotte ed evolute in tranquillità, diventando innocue.

cano

Caño Cristales in Colombia

È chiamato “il fiume dei cinque colori” o “l’arcobaleno liquido“,  ma si può chiamarlo semplicemente “il fiume più bello del mondo”.

Lungo circa 100 chilometri, tra settembre e novembre quando il livello dell’acqua scende inizia lo spettacolo. Il sole riscalda il muschio che sotto la superficie dell’acqua ricopre la roccia e le alghe, che sprigionano un mix di colori intensi e psichedelici.

Il gorgo di Saltstraumen in Norvegia

Questa tappa è per i più coraggiosi. Si tratta infatti del più grande e potente gorgo al mondo. Ogni sei ore 400 milioni di metri cubi d’acqua per 150 metri di larghezza e 3 chilometri di lunghezza scorrono a 40 chilometri all’ora.

. Ogni tanto, nei pressi del gorgo, il battello spegne i motori per farti vedere come la forza dell’acqua sia in grado di tirare giù la barca…

Immagini via Flickr | Grotte in Alaska | Colline di BoholCaño Cristales |