Le mete che non puoi perderti quest'anno

Le mete che non puoi perderti quest'anno

Ci sono luoghi che sono sempre perfetti da visitare e altri che in un preciso momento lo sono ancora di più.

Sul New York Times è stata stilata la lista delle migliori mete di quest’anno, ma non è assoluta e definitiva. Quella che segue è più una classifica temporanea, a scadenza annuale.

Città o interi Paesi che hanno cominciato il 2015 con il piede giusto, concentrandosi sulle proprie risorse e facendo del turismo la loro priorità.

Macedonia

C’è stato il tempo della Croazia, poi del Montenegro. I Balcani hanno avuto fortuna alterna. Quest’anno è il turno della Macedonia.

Per questo luogo silenzioso e contemplativo, di monasteri e di natura, l’ingresso nella top ten è dovuto soprattutto alla sua vasta scelta in fatto di cucina.

Isole Faroe

Anche le isole Faroe sono diventate un polo culinario degno di rispetto. Raggiungerle è un lampo se si prende un aereo da Reykjavik o da Copenaghen.

Bolivia

Sono ormai passati i tempi dei disagi e degli spostamenti infiniti. La Bolivia ha saputo rinnovarsi soprattutto nei trasporti.

Prima era un luogo fantastico dove i paesaggi bastavano da soli ad attirare turismo, come la più grande salina del mondo, Salar de Uyuni.

Oggi finalmente si è pensato anche al comfort e al divertimento, e sono disponibili escursioni avventurose e ben organizzate.

Durban

Da sempre apprezzata per il suo lungomare e il bel clima tutto l’anno, è stata a lungo sottovalutata per la mancanza di strutture adatte alle bellezze naturalisti.

Oggi Durban è stata rimessa a nuovo, con mercati, birrerie, boutique, visite guidate e numerosi centri di ritrovo per la sera.

CileCile

Il deserto da sempre ha reso il Cile un luogo perfetto per osservare il cielo stellato.

La valle Elqui si è riempita di piccoli osservatori per soddisfare gli astronomi-turisti, ma affrettati: le sempre più numerose infrastrutture inizieranno presto a oscurare il cielo con l’inquinamento luminoso.

Parco di Yellowstone

Il famoso parco quest’anno è stato aggiornato con 70 milioni di dollari. È possibile alloggiare in cinque nuovi alberghi costruiti in modo da rispettare l’ambiente e sono sparite le vecchie abitazioni obsolete.

Philadelphia

Philly è un’altra città quest’anno: se una volta tremende costruzioni di cemento rendevano il paesaggio grigio e opprimente oggi puoi trovare piste di pattinaggio, installazioni artistiche e locali all’aperto che la rendono una città ricca di stimoli.

Singapore

Quest’anno è il cinquantesimo anniversario della sua indipendenza. Saranno dodici mesi di grandi sorprese, eventi e inaugurazioni, come la mostra di una delle più grandi collezioni di arte del sud est asiatico al mondo.

800px-Street_3_La_Habana_Vieja_2

Cuba

Per troppo tempo è stata un’isola proibita, una roccaforte che traeva il suo fascino anche dal non essere alla portata di tutti.

Questo è l’anno migliore per andare a visitarla, trovandosi a metà strada tra il futuro imprevedibile e un passato che mantiene ancora quei tratti che l’hanno resa unica.

Milano

Non Roma, né Firenze, né Venezia. Tra le mete da non perdere del 2015 secondo il New York Times c’è anche Milano, che con la sua aria rinnovata potrebbe addirittura essere difficile da riconoscere.

Immagini Wikimedia Commons Erik Christensen | gildemax e Flickr