Meteora, il

Meteora, il "santuario naturale" greco sospeso tra cielo e terra

Se senti il bisogno di allontanarti il più possibile dalla routine, esiste un vero e proprio santuario naturale che ti permetterà di riappacificare l’animo con le forze più autentiche della natura. Stiamo parlando di Meteora: una particolare località greca, situata nell’estremo nord della Tessaglia.

Per capire perché Meteora sia avvolta da un’atmosfera speciale, basta soffermarsi sul suo nome, nato dall’unione delle parole greche “meta” (in mezzo a) e “aer” (aria). D’altronde, non poteva esserci descrizione più calzante: grazie ai dislivelli creati tra la pianura e i giganteschi megaliti di roccia arenaria che la caratterizzano, il suo paesaggio è letteralmente “sospeso nell’aria”.

Vecchi circa 60 milioni di anni, i megaliti sono alti mediamente trecento metri e non è raro che le loro sommità siano “nascoste” tra le nuvole. Ad accorgersi per primi della potenzialità di queste mastodontiche torri naturali furono degli eremiti ortodossi, che si stabilirono sui loro fianchi all’inizio dell’XI secolo d.C.

meteora 3

Successivamente—con la conquista ottomana del 1453—i monaci decisero saggiamente di trasferirsi sulle cime dei pinnacoli rocciosi. Vennero così costruiti, nel corso dei secoli successivi, ventiquattro monasteri. Attualmente ne sono rimasti sei, tutti in ottime condizioni e visitabili al costo di 3 euro ciascuno.

Per raggiungere i monasteri (che vengono anche chiamati con l’appellativo di meteore) basta seguire dei percorsi di gradini, scavati nella roccia all’inizio del Novecento—prima d’allora si potevano raggiungere solo tramite dei sistemi di carrucole e funi.

Se se ne ha la possibilità, inoltre, un’esperienza davvero rigenerante è percorrere a piedi o in mountain-bike i monopatia: gli antichi sentieri utilizzati dai monaci quando non esisteva la strada asfaltata. È proprio da lì che si può comprendere al meglio la bellezza della zona.

meteora 2

Ma come si fa a raggiungere Meteora? Il sito, inserito tra i Patrimoni dell’Umanità dall’UNESCO, è raggiungibile dalla limitrofa città di Kalambaka, da cui si possono prendere delle navette (da prenotare preferibilmente durante il weekend).

Durante la bella stagione i monasteri aprono indicativamente verso le 9.00 del mattino e chiudono alle 17.00 (qui trovi tutti gli orari sempre aggiornati), quindi con un po’ d’impegno possono anche essere visitati tutti in un giorno.

Ci sono però dei piccoli accorgimenti se si vuole entrare al loro interno: non bisogna avere le spalle scoperte, e in alcuni casi le donne devono indossare obbligatoriamente una gonna sotto al ginocchio.

meteora 4

Qualche curiosità: il sito è stato il set di alcune scene dei film “Il ragazzo sul delfino“, “Spiros Stathoulopoulos” e “Agente 007 – Solo per i tuoi occhi”. E fonte di ispirazione per i Linkin Park, che nel 2003 intitolarono il loro secondo album proprio “Meteora”.

Immagini | Copertina