Mont Saint-Michel, la città delle maree

Mont Saint-Michel, la città delle maree

Mont Saint-Michel sembra una città uscita direttamente dal capolavoro di Italo Calvino, “Le città invisibili”. Basta soltanto il nome per ricrearla nella nostra mente: Mont Saint-Michel... Ed ecco che si erge un isolotto tra le sabbie mobili sommerso dalle acque delle maree.

Mont Saint-Michel è il teatro delle più grandi maree d’Europa e dal 1979 è diventata Patrimonio Mondiale dell’Unesco. L’isolotto si trova sulla costa settentrionale della Francia, e l’antico nome latino di Mont Saint-Michel era “Mons Sancti Michaeli in periculo mari” (Monte San Michele al pericolo del mare).

Intorno all’isolotto infatti si alzano maree che possono raggiungere i 14 metri di dislivello e grazie anche all’andamento piatto, montano molto rapidamente. Il “pericolo del mare” di cui parla l’antico nome latino ancora oggi sopravvive: ci sono stati alcuni annegamenti sulla strada che conduce all’isolotto e le automobili parcheggiate nelle parti più basse sono state spesso danneggiate.

Mont Saint-Michel, Francia, maree

Ogni anno Mont Saint-Michel viene visitata da più di 3 milioni di turisti. Nel 2014 è stata costruita una passerella per permettere l’affluenza di visitatori e per proteggere la roccia dell’isola facendo a meno della vecchia e dannosa diga.

Nel marzo 2015 c’è stata la “marea del secolo”, anche se a dir la verità si tratta di un evento che si verifica ogni 18 anni a Mont Saint-Michel. In questo video puoi vedere la marea impressionante che ha colto all’improvviso anche i numerosi visitatori sulla passerella.

L’abbazia benedettina che oggi si può visitare è una capsula del tempo che riporta ai giorni in cui fu costruita: lo stile è vario, passa dal carolingio al romanico fino al gotico. Le mura intorno vennero costruite alcuni secoli dopo durante la Guerra dei Cent’anni per fortificare l’isola contro gli inglesi (l’assedio di Mont Saint-Michel fu uno dei più lunghi di tutto il Medioevo: durò undici anni).

Mont Saint-Michel, Francia, maree

Oggi si può ammirare il capolavoro d’arte e di natura di Mont Saint-Michel a piedi, seguendo la via pedonale, con un autobus oppure con la Maringote, una navetta trainata da due cavalli da tiro come gli antichi pellegrini. Sul sito del centro turistico puoi scaricare una brochure dove puoi trovare tutte le informazioni che ti servono per visitare (in totale sicurezza) Mont Saint-Michel.

Mont Saint-Michel-2

Immagini via Flickr