I più bei posti del mondo per fare escursioni

I più bei posti del mondo per fare escursioni

Se non hai una particolare passione per il mare o le città, una vacanza avventurosa immersa nella natura è l’alternativa migliore.

Natura incontaminata, aria pura: le escursioni sono l’ideale per chi ama vivere un’esperienza diversa.

Per questo abbiamo pensato di stilare una lista dei più bei luoghi del mondo da esplorare e in cui fare trekking.

North Drakensberg Traverse – Sudafrica/Lesotho

Questo percorso, lungo 65 chilometri, non segue un itinerario ben preciso: per compierlo si deve avere una certa confidenza con la vita all’aria aperta, e magari aver già maturato qualche esperienza di viaggio in Africa.

Quella del Drakensberg è la catena montuosa più alta del Sudafrica, gli zulù la definiscono la “barriera di lance”, e l’UNESCO la considera un patrimonio dell’umanità.

Un viaggio estremo attraverso cascate, scogliere che affacciano sul fiume Tugela e le capanne dei pastori Sotho.

Monte Kailash – Tibet

Questa montagna è sacra per ben cinque religioni.

E sebbene la scalata al vertice, che non è mai stato raggiunto da nessun essere umano, sia vietata, è possibile percorrere la strada del pellegrinaggio sacro, nota come Kora.

Percorrere i circa 50 chilometri del Kora è anche un’esperienza incredibile per tutti gli appassionati di trekking, magari con una passione per lo yoga e la meditazione.

Il periodo migliore per compiere questo tipo di escursione è fra aprile e settembre.

1

Monte Fuji – Giappone

Esistono molti sentieri per raggiungere la cima del monte Fuji, ma il più famoso è il sentiero di Yoshida, che si estende per circa 12 chilometri. Oltre 300.000 escursionisti lo percorrono ogni anno, ed è raggiungibile facilmente con i mezzi pubblici del centro di Tokyo.

Ed è proprio la mole di visitatori da cui è invaso che rende l’arrampicata particolare e unica: anche se non è affatto una passeggiata. Potrete godervi la vista dell’alba dalla cima del monte in compagnia di coloro che hanno condiviso con voi questa impresa.

2

Passo Laugavegurinn/Fimmvörðuháls  – Islanda

Lungo circa 77 chilometri, questo percorso è stato chiuso per diverso tempo dopo che nel 2010 il vulcano Eyjafjallajökull eruttò. Ciononostante, rimane una delle mete più ambite per chi ama le escursioni estreme e selvagge.

E la possibilità di osservare da vicino i vulcani è solo una delle attrattive: circondato da calotte di ghiaccio e con una vista meravigliosa del Mare del Nord all’orizzonte. Secondo le leggende locali, poi, è un posto così incantato da ospitare elfi e creature mitologiche.

3_1

Sentiero Azzurro delle Cinque Terre – Italia

Ideale per le famiglie e gli escursionisti che amano soprattutto i paesaggi, questo percorso lungo 11 chilometri è diventato una meta quasi obbligatoria dopo che Rick Steves, storica firma di guide per appassionati, ha descritto la bellezza suggestiva delle Cinque Terre anche al di fuori del mondo escursionistico italiano.

L’atmosfera fiabesca dei vigneti, con il sole che illumina il Mediterraneo e il profumo delle erbe selvatiche, rende questa esperienza praticamente unica.

sentiero azzurro

Foto: CopertinaMonte Kailash | Monte FujiPasso Laugavegurinn | Sentiero Azzurro delle Cinque Terre