Il “Ponte alla Luna” in Basilicata, dedicato all’italiano della storica spedizione Apollo

Il “Ponte alla Luna” in Basilicata, dedicato all’italiano della storica spedizione Apollo

Probabilmente il ponte è la struttura più poetica che esista. La sua definizione recita “costruzione che consente l’attraversamento di un corso d’acqua o il superamento di altri ostacoli”—ostacoli che possono essere morfologici, economici e in un certo senso sociali. Come un ponte possa cambiare davvero un territorio, lo avevamo visto con l’Øresundsbron, struttura che ha permesso lo sviluppo di un’intera regione scandinava.

[advertise id=”hello-amazon”]

Oltre che funzionali, però, i ponti possono avvalersi di panorami mozzafiato: per questo lungo la costa dell’Uruguay, nell’insenatura della Laguna Garzón, ne hanno progettato uno circolare. In tal senso, oggi vogliamo rimanere in Italia e parlarti del “Ponte alla Luna”, appena inaugurato sulle sponde del Fosso Arenazzo a Sasso di Castalda, in Basilicata.

ponte alla luna

Il “Ponte alla Luna” è un ponte tibetano: “una struttura di collegamento costituita da una fune che ha funzione di marciapiede e da due funi laterali superiori distanziate di circa un metro da quella marciapiede”. Nello specifico, il ponte è lungo ben 300 metri e alto 120: un percorso perfetto per chi ama l’avventura e le esperienze adrenaliniche (con tutti gli accorgimenti per la propria sicurezza).

Inoltre, il nome del ponte non è per nulla una scelta casuale. È dedicato, infatti, a Rocco Petrone, ingegnere italiano che contribuì al successo della missione Apollo 11, spedizione della Nasa che portò l’uomo sulla Luna nel 1969.

Come si può leggere sul sito dedicato al ponte, Petrone era in realtà a tutti gli effetti un cittadino americano dello stato di Washington, ma i suoi genitori erano emigrati negli anni Venti del secolo scorso, proprio da Sasso di Castalda, paesino arroccato sulle dolomiti lucane.

A voler essere esatti, però, i ponti di Sasso di Castalda sono due. Il percorso sulle dolomiti, della durata di circa due ore e mezza, consta inizialmente di un ponte lungo 95 metri e sospeso a 70 metri d’altezza a cui, una volta superato, segue il “Ponte alla Luna” dopo circa un quarto d’ora di cammino.

Se vuoi sapere di più su orari e tariffe, su come arrivare e la storia di Sasso di Castalda, ti consigliamo di visitare il sito dedicato al ponte tibetano.

Immagine via Facebook