Il relitto di una nave trasformato in una serra di mangrovie

Il relitto di una nave trasformato in una serra di mangrovie

Tempo fa ti avevamo parlato di un edificio abbandonato di Detroit che grazie a un’iniziativa portata avanti da un gruppo di artisti fiorai è stato trasformato in un gradevole giardino adornato da fiori e piante rampicanti. Progetti del genere sono molto importanti per riqualificare aree degradate periferiche delle nostre città. A volte, però, capita che ci pensi la natura stessa, come nel caso del relitto di una nave arenata in una baia australiana.

La SS Ayrfield è una nave in disuso arenata nel porto di Homebush, a ovest di Sydney, che da qualche anno è nota come “la foresta galleggiante“. Il ponte di questa imbarcazione, che fu costruita 105 anni fa, è stato interamente ricoperto da mangrovie che spuntano ovunque come in una vera e propria foresta.

La SS Ayrfield fu costruita nel 1911 nel Regno Unito e fu utilizzata per diverso tempo per trasportare merci. Durante la seconda guerra mondiale la nave fu utilizzata per rifornire le truppe di stanza nell’oceano Pacifico, ma nel 1972 la barca fu ufficialmente ritenuta non più idonea per i suoi compiti e venne trainata nella baia di Homebush.

Da allora la nave è rimasta arenata in questa baia e la natura in qualche modo se l’è ripresa, facendola diventare una specie di strana attrazione. Dal suo ponte, infatti, è molto facile vedere orde di giovani ragazzi australiani che si tuffano in acqua, come dalla scogliera di una piccola isola.

Immagini: Copertina