Street art a Roma e Photoshop: tra murales, cartelloni pubblicitari e monumenti

Street art a Roma e Photoshop: tra murales, cartelloni pubblicitari e monumenti

_IM41617_m_L800Inizialmente queste forme di espressione venivano considerate vandalismo tout court, ora arte. La street art, nelle sue differenti manifestazioni, è divenuta un’espressione artistica trendy, quindi accettata. Ma che piaccia oppure no, può avere un ruolo fondamentale per la riqualificazione, a costo zero, di molte zone urbane.

I murales, da sempre confinati nelle periferie nell’estremo tentativo di “risanare” spazi urbani degradati e talvolta reietti, oggi fanno parte di progetti creativi in grado di rendere bello ciò che non lo è per definizione (vedi per esempio il progetto M.U.Ro. di Roma piuttosto che il Cunto di Napoli).

In questo esperimento, suddiviso in due parti, abbiamo realizzato un mash-up fotografico che risponde a due quesiti. Come sarebbe la città di Roma se al posto di cartelloni pubblicitari ci fossero alcuni murales presenti nelle periferie della città? Queste forme sponteanee d’espressione creativa, possono convivere con quelle opere monumentali che, per immanente tradizione culturale, consideriamo vera arte?
Buona visione.

A spasso per via dei Fori Imperiali. Alice Pasquini è la street artist che ha realizzato l’opera in via Anton Ludovico Antinori (Roma).
Foto ed editing: Roberto Perrella

_IM41724_Alice_v02_L800

In via della Conciliazione. Zelda Bomba è l’autrice del murales di via dei Lentuli al Quadraro, Roma.
Foto ed editing: Roberto Perrella

_IM41574_m_L800

Sempre in via della Conciliazione, lo splendido murales di Jim Avignon collocato in via dei Pisoni al quartiere Quadraro.
Foto ed editing: Roberto Perrella

_IM41575_m_L800

Castel Sant’Angelo con le opere di David “Diavù” Vecchiato, realizzati per il Cinema Impero in via dell’Acqua Bullicante.
Foto ed editing: Roberto Perrella

_IM41618_m_L800

Sempre Castel Sant’Angelo con l’opera di Lucamaleonte “Nido di vespe”, situata in via Monte del Grano.
Foto ed editing: Roberto Perrella

_IM41558_m_L800

Se passaggiando per il Lungotevere ci fossero opere come questa di Nicola Alessandrini (coadiuvato da Diavù e Lisa Gelli)? In realtà il murales si trova in piazza dei Tribuni al Quadraro.
Foto ed editing: Roberto Perrella

murales Lungotevere