Le scale di Wayna Picchu: una delle esperienze più estreme al mondo

Le scale di Wayna Picchu: una delle esperienze più estreme al mondo

Machu Picchu, in Perù, non ha bisogno di presentazioni, un luogo sospeso nel cielo e nel tempo. Questi resti di un’antica e splendente città perduta sono oggi Patrimonio dell’umanità UNESCO e scelti come una delle Sette meraviglie del mondo moderno. Quello che non tutti conoscono però è la possibilità di salire ancora più su di Machu Picchu per uno spettacolo da brividi.

[advertise id=”hello-amazon”]

Wayna Picchu è la montagna che si staglia per quasi 260 metri sopra le rovine dell’antica città. Il suo nome significa “Giovane Vetta”, ma è conosciuta anche come la “montagna della morte”, per la sua pericolosità. Scalarla è possibile, ma bisogna essere ben organizzati, equipaggiati e allenati per farlo.

scale_3

Sulla vetta della montagna si possono ammirare, oltre a una vista straordinaria di Machu Picchu, ulteriori resti di architetture Inca, tra cui quelli del tempio cerimoniale “della Luna”. Le scale che salgono sulla montagna sono “invisibili”, tanto sono ripide e nascoste nella vegetazione. La salita va affrontata con una guida e con molta cautela e pazienza, dura circa due ore.

scale_1

Prima di tutto bisogna comprare il biglietto. Il numero giornaliero di visitatori ammesso è limitato: 200 la mattina (dalle 7 alle 8) e 200 a mezzogiorno. Appena superato il checkpoint la vista è già incredibile.

scale_4

Nella prima parte della salita c’è, per brevi tratti, uno scorri mano che aiuta nella scalata degli alti e ripidi scalini, ma fin da subito si capisce che la traversata sarà lunga e faticosa.

scale_2

Se la prima parte della scalata è avvolta nella fitta vegetazione, la seconda comincia ad aprirsi sul vuoto, regalando un colpo d’occhio incredibile. Prenditi tutto il tempo a disposizione per scattare alcune foto di questa rara esperienza, stando ovviamente attento a dove metti i piedi.

Da mettere in conto che così ad alta quota il tempo potrebbe essere instabile, e la visuale potrebbe essere compromessa dalla presenza di nuvole. Ma anche questo dà un tocco magnifico al paesaggio.

La parte peggiore della scalinata è sicuramente la discesa. Si scende per altre scale e ci si accorge della loro pericolosità dopo appena un metro. Sono ripidissime e scivolose (bisogna quindi vestirsi con criterio soprattutto per quanto riguarda le scarpe); ma se riesci a resistere alla fatica e alla stanchezza, il colpo d’occhio da lassù sarà uno di quelli che difficilmente dimenticherai nella vita.

Immagini Copertina | 1 | 2 | 3 | 4