Silfra: la fessura islandese in cui puoi nuotare fra due continenti

Silfra: la fessura islandese in cui puoi nuotare fra due continenti

Nel mondo esistono luoghi veramente incredibili, come ad esempio il deserto fiorito di Acatama: posti unici al mondo, la cui peculiare posizione geografica rende possibili fenomeni ed esperienze non replicabili altrove. Fra questi, ad esempio, c’è la fessura islandese di Silfra.

Situata nel Þingvellir National Park, una delle riserve naturali più belle d’Islanda, la fessura di Silfra divide la placca nordamericana da quella eurasiatica. Grazie a questa particolarità, infatti, per i turisti che visitano Silfra è possibile nuotare in mezzo a due continenti.

La temperatura è bassissima, ma con le giuste attrezzature nuotare nelle sue acque diventa un’esperienza unica: la purezza dell’acqua cristallina rende la visibilità possibile anche a 100 metri di distanza. Il panorama subacqueo è veramente ricco.

L’area attorno a Silfra è considerata di immenso valore archeologico, e la fessura è divisa in tre sezioni distinte, divise per profondità, in cui i più temerari possono avventurarsi in immersione: il salone, la laguna e la cattedrale.

La cattedrale, in particolare, è l’area più suggestiva di Silfra: grazie alla sua larghezza consente di poter vedere l’inizio e la fine delle placche visibili dei due continenti.

È proprio in questa parte di Islanda che le placche tettoniche nordamericana ed eurasiatica si sono incontrate ed è qui che, ogni anno, si distanziano di circa due centimetri causando terremoti con frequenza decennale.

Immagini: Copertina