Trekking urbano a Tor Pignattara: fra i murales più belli di Roma

Trekking urbano a Tor Pignattara: fra i murales più belli di Roma

Abbiamo già fatto più di un viaggio nella street art di Roma, passando per i grandi volti femminili del cinema ritratti su alcune scalinate romane, e arrivando a sostituire alcuni murales ai cartelloni pubblicitari nelle aree più belle della città per vedere l’effetto che fa. Ma non puoi dire di conoscere la street art romana se non hai visitato uno dei quartieri principali del quadrante est, Tor Pignattara.

Fra Tiburtino e Prenestino, Tor Pignattara è il quartiere più multietnico del quadrante est di Roma, e una sorta di oasi del muralismo contemporaneo. Apri la pagina Facebook di “I love Torpignart”, un progetto del comitato di quartiere il cui obiettivo è “portare a conoscenza dei cittadini del quartiere e di Roma le opere di street art realizzate a Tor Pignattara (da chiunque) al fine di diffondere la conoscenza dell’enorme patrimonio disponibile nel nostro territorio”. Alla sezione “Mappa murales” trovi una mappatura completa di tutte le opere, che ti guiderà per il quartiere durante un pomeriggio dedicato al trekking urbano.

Alcuni murales di Tor Pignattara godono della produzione di gallerie d’arte—come la Wunderkammern Gallery. Mentre il comitato di quartiere di “Torpigna” svolge una funzione di vera e propria mediazione culturale fra artisti, condòmini e amministratori—è possibile anche segnalare un muro—agevolando la muralizzazione dei palazzi e, di conseguenza, la riqualificazione di alcune zone del quartiere.

#urbangeometries #streetart #roma #torpigna #torpignattara #torpignattarastreetart

A post shared by Barbara Minczewa (@bminczewa) on

Il murale più grande di Roma

Etam Cru è un duo di giovani e noti artisti polacchi che ha realizzato, fra via Pavoni e via del Pigneto, il murales più grande di Roma (a cura della Galleria Varsi). È stato inaugurato nell’ottobre 2014. Un uomo esce metaforicamente da un cestino per la spazzatura. La tazza fumante che tiene in mano è un omaggio degli street artist gli abitanti del quartiere che si offrivano continuamente di preparar loro il caffè.

Geometrie espressive

Un’altra opera di alto livello e di grandi dimensioni è quella di Etnik, con le sue forme geometriche espressive perfettamente integrate nell’ambiente circostante.

torpignattara4

Si trova a via Bartolomeo Perestrello, quasi all’incrocio con via della Marranella. Ma se vuoi ammirarlo per bene recati all’incrocio con via Antonio Tempesta.

Volti del cinema

A decorare le nicchie dell’ex Cinema Impero a via di Acqua Bullicante—edificio degli anni ’30 in stile razionalista, che ha un suo omologo perfettamente integro ad Asmara—stanno le opere di Diavù che inquadrano 5 volti storici del cinema italiano e del quartiere (opera più volte vittima di vandalismo, purtroppo).

torpignattara6

La scelta dei soggetti la spiega l’artista stesso: “Perché proprio quei personaggi? Beh, Mario Monicelli guarda verso quella Piazza della Marranella in cui ha girato l’ultima drammatica scena del film Un borghese piccolo piccolo“, che vede protagonista un magistrale Alberto Sordi. Anna Magnani ha girato più film in questo quadrante di Roma. Pier Paolo Pasolini è stato il più eccellente cantore di queste strade, e qua a pochi metri dal cinema Impero c’era una delle osterie da lui più frequentate. I fratelli Sergio e Franco Citti sono nati qua e abitavano in un palazzo che si trova dietro al Cinema Impero.

Street art “partecipativa”

Il bellissimo murales di Carlos Atoche fra via Pietro Rovetti e via di Tor Pignattara è invece un caso di street art “partecipativa”. Nasce infatti dal desiderio di un’inquilina (Maura Crudeli) che si rivolge al comitato di quartiere poiché vorrebbe veder realizzato un murales sulle pareti del proprio palazzo. Ottenute le autorizzazioni e contattato l’artista, il quartiere ha partecipato entusiasticamente a una raccolta fondi di “I Love Torpignart” e l’opera è stata realizzata a partire da settembre 2016.

torpignattara8

I lavori si sono chiusi quasi un anno dopo, e “Canzone per una sirena”, questo il titolo è un’opera coloratissima e citazionista. Fra cosmonauti e pesci pagliaccio riconosciamo busti romani, lo Spinario dei Musei Capitolini, e il Pensatore di Rodin seduto sulla “Fontana” di Duchamp.

torpignattara9

Abbiamo visto insieme solo alcuni dei molti murales di Tor Pignattara. Scopri tutti gli altri grazie al sito I Love Torpignart. Alcune associazioni romane, come Festina Lente e l’Ecomuseo Casilino, organizzano periodicamente visite guidate a tema nel quartiere.

Immagini: Copertina | 1 – 2 | 3  – 4  |