A bordo del Trenino Rosso del Bernina, tra alpi svizzere e paesaggi mozzafiato

A bordo del Trenino Rosso del Bernina, tra alpi svizzere e paesaggi mozzafiato

Se hai già provato l’ebrezza di guardare fuori dal finestrino di uno dei trenini panoramici più belli d’Italia, ti consigliamo di salire anche a bordo di uno dei convogli ferroviari più spettacolari “al confine” tra il nostro paese e la Svizzera: il Trenino Rosso del Bernina.

Conosciuto anche col nome di Bernina express, il trenino rosso del Bernina è un convoglio unico nel suo genere, in quanto riesce a sopportare pendenze che arrivano fino al 70‰, sin dal lontano 1910, ovvero dall’anno di realizzazione dei primi mezzi locomotivi per la tratta oltre il confine.

Nello specifico, il percorso del Bernina express parte dalla città di Tirano in Italia per poi collegare la Valtellina all’Engadina. L’aspetto più suggestivo consiste nel fatto che il tragitto è praticamente quasi “sempre in salita”: dalla cittadina di Tirano ubicata a 430 metri, infatti, il treno raggiunge Saint Moritz a 1775 metri, passando per il punto più alto di Ospizio Bernina a quota 2253 metri.

In sostanza, in qualunque periodo dell’anno sceglierai di intraprendere questo viaggio, ti sarà possibile vivere una vera e propria esperienza a contatto con la natura perché, oltre ai punti che abbiamo appena citato, avrai la possibilità di “scalare le montagne” e scattare bellissime foto di piccoli borghi, laghi dalle acque cristalline e boschi alpini.

Del resto, la voglia di tirare la macchina fotografica ti verrà fin da subito, quando dopo pochi minuti dopo la partenza il trenino percorrerà il suggestivo viadotto elicoidale di Brusio (Svizzera), una costruzione che permette fin da subito di superare il primo di una serie di dislivelli che noterai lungo il tragitto.

Il tragitto dura circa tre ore ed è lungo 60 chilometri. Il treno ovviamente va molto lentamente, ma permette così di ammirare lo splendido paesaggio, la cui cornice in diversi tratti coincide con il ghiacciaio del Palù, il ghiacciaio del Cambrena e il ghiacciaio del Morteratsch. In pratica in ogni punto in cui ti troverai, avrai modo di capire davvero perché questo trenino è diventato Patrimonio dell’Umanità nel 2008.

Se vuoi provare questa esperienza ti consigliamo di visitare il sito del trenino rosso. Lì troverai anche diversi offerte e pacchetti vantaggiosi per passare un weekend diverso dal solito. Puoi anche regalare una gita.

Immagine di Copertina