In Trentino hanno creato dei percorsi sensoriali dedicati ai turisti non vedenti

In Trentino hanno creato dei percorsi sensoriali dedicati ai turisti non vedenti

Una regione non può limitarsi, grazie alle sue bellezze storiche e naturalistiche, ad attirare solo un certo tipo di turismo: mai come in questi anni, di forte attenzione verso il sociale, deve essere assolutamente in grado di accogliere allo stesso modo le persone con disabilità.

Un paradiso come il Trentino, le cui bellezze sono praticamente infinite, tra cascate, ciclovie, fiumi dove praticare il rafting, città, laghimontagne, ha deciso per questo di mettere a disposizione esperienze sensoriali per accogliere i non vedenti che spesso si tengono a debita distanza dalla montagna perché non sempre attrezzata per le loro esigenze.

Si tratta di un progetto sviluppato in collaborazione con l’Unione italiana ciechi e ipovedenti. Per permettere a chi non ha la possibilità di godere a pieno e in tutta sicurezza di una vacanza unica tra i monti del Trentino.

I turisti non vedenti, grazie a “Trentino a occhi chiusi“, avranno la possibilità di usufruire di pacchetti di alcuni giorni da trascorrere nelle bellissime valli della regione sempre al fianco di una guida che li accompagnerà nel viaggio sensoriale.

trentino non vedenti

Fino al 19 novembre c’è un ricco programma di proposte. Sono previsti laboratori di cucina e degustazioni, arrampicate, camminate e molto altro.

La scelta dei percorsi è stata pensata per essere calibrata perfettamente sulle esigenze altrui, rispettando i tempi personali di riposo e coinvolgendo, allo stesso tempo, i partecipanti in esperienze collettive.

Si parla di “programma lento”, come si legge sul sito ufficiale dell’iniziativa: “Per offrire la massima flessibilità e rispondere al meglio alle esigenze di gruppi con ospiti disabili”.

Tra le proposte di agosto e settembre ci sono tour sensoriali a Madonna di Campiglio, a San Michele all’Adige, all’altopiano di Pinè, quello della Vigolana e poi in Val di Fiemme e in quella del Chiese.

Dal 29 settembre al primo ottobre (e anche dal 17 al 19 novembre), per esempio, è prevista un’arrampicata con guida su una parete attrezzata con mappa tattile. O ancora, grazie al “Garda trentino senses walking” si potrà passeggiare tra i Colodri di Arco in compagnia di un esperto naturalista che “racconta l’ambiente circostante” stimolando i sensi dell’udito, del tatto e dell’olfatto.

trentino non vedenti

Qui puoi trovare il programma completo, con tutte le informazioni utili, in alternativa puoi scaricare la pratica brochure per programmare al meglio le vacanze.

Immagini via Flickr | Copertina | 1 2