Triora, il

Triora, il "borgo delle streghe" in Liguria

Alla lunga lista dei borghi più belli d’Italia aggiungiamo oggi Triora, un piccolo paese della Liguria. Dopo Isola del Liri, il Vallone dei mulini, Sperlinga e Civita è arrivato il momento di parlare di un luogo che non soltanto fa parte del circuito dei borghi più belli d’Italia, non soltanto è stato insignito della prestigiosa Bandiera Arancione del Touring Club Italiano, ma è stato protagonista di una delle pagine più spaventose e affascinanti della nostra storia.

Triora infatti è noto anche come il “paese delle streghe”. Proprio qui, nel 1587, ci fu una delle più grandi cacce alle streghe d’Italia.

Il paese si trova a 780 metri sopra il livello del mare e per molto tempo è stata una fortezza inespugnabile appartenente alla Repubblica di Genova. La fortezza mise a dura prova anche l’esercito di Carlo IV quando provò a conquistarla. Il borgo ha però origini ancora più antiche, fondato molto probabilmente in epoca romana.

6436348143_bcf87ee87e_b

Nel 1587 e per i successivi due anni, Triora registra, come dicevamo, alcune testimonianze di processi per stregoneria. Le “streghe” erano in realtà donne locali accusate di essere responsabili di pestilenze, piogge acide, morte di bestiame. Il fenomeno della caccia alle streghe nacque in Europa verso la fine del 1500 e arrivò fino al 18esimo secolo. Le accuse erano prive di fondamento e andavano spesso a punire donne e uomini (gli stregoni) con la condanna di morte al rogo.

triora-2

Oggi tutti i documenti dei processi di Triora sono conservati nell’archivio di Stato di Genova. Tra le carte conservate si trova anche una rarissima condanna di un ragazzo accusato di stregoneria. Da Triora si diffuse successivamente la pratica della caccia alle streghe negli altri borghi liguri e italiani.

triora-3

All’interno del bel borgo si trova anche un museo etnografico e della stregoneria che oltre a mostrare gli antichi costumi di Triora presenta anche il suo affascinante lato oscuro. Nel museo si possono visitare le celle degli interrogatori e due sale che raccolgono in copia i documenti del 1587 che hanno permesso la ricostruzione dei processi.

1200px-Triora-IMG_0230

Tra le feste più sentite del paese ci sono “Strigòra” che si festeggia la domenica successiva a ferragosto e ovviamente Halloween. Proprio la notte tra il 31 ottobre e il primo novembre, il paese si riempie di visitatori che a migliaia si riversano in strada per un festival ricco di eventi a tema. Ancora oggi le credenze e le superstizioni sono vive nel paese, anche se fortunatamente, non danno più vita a processi come in passato, ma rientrano soltanto nel patrimonio folkloristico.

Immagini via Flickr e Wikipedia