Scopri la Vennbahn: la pista ciclabile fra Belgio, Germania e Lussemburgo

Scopri la Vennbahn: la pista ciclabile fra Belgio, Germania e Lussemburgo

L’Europa settentrionale, come abbiamo visto nel caso dell’Olanda del nord in bicicletta, offre molte occasioni agli appassionati di cicloturismo. Una delle più ghiotte, per gli amanti dei viaggi su due ruote, è la Vennbahn, una pista ciclabile che—come la Parenzana di cui ti abbiamo già parlato—si snoda lungo tre Stati: Germania, Belgio, Lussemburgo. 

In un processo virtuoso di mantenimento della memoria storica e allo stesso tempo di incentivazione del turismo sostenibile—peraltro transnazionale—molti viaggiatori ed escursionisti oggi percorrono il tratto su cui correvano i binari della Vennbahn.

Una riserva naturale di eccezionale bellezza si estende tra la provincia di Liegi, in Vallonia (Belgio) e la Renania-Palatinato, in Germania. È il parco naturale delle Hautes Fagnes (Hohes Venn in tedesco), cioè delle spugnose “torbiere” che caratterizzano questo paesaggio tipico delle Ardenne. E che in primavera e in estate si riempiono di giunchi, narcisi e uccelli acquatici. Da questo ambiente prende il nome la nostra pista ciclabile. Come fu per la vecchia ferrovia a scartamento normale.

Parco naturale delle Hautes Fagnes. Via

Parco naturale delle Hautes Fagnes. Via

La Vennbahn, una pista ciclabile su tracciato ferroviario

La “ferrovia della Venn” è oggi, dal 2013, una pista ciclabile su tracciato ferroviario tra le più lunghe in Europa. Il vecchio percorso, smantellato nel 2008, che attraversa più volte l’odierno confine fra Belgio e Germania, nella sua nuova modalità “ciclabile” è lungo 125 chilometri.

Parte da Aquisgrana—la città tedesca più a ovest, al confine con Paesi Bassi e Belgio. Da visitare se non altro per la sua cattedrale, la più antica dell’Europa del Nord. Il suo più antico nucleo fu iniziato per impulso di Carlo Magno. E, passando per Roetgen, per la bellissima Monschau, per Weywertz, per i placidi laghi di Weiswampach, la pista ciclabile arriva a fino a Troisvierges. Un piccolo comune del Lussemburgo settentrionale.

Il percorso riflette l’identità di una regione vasta e composita. Il tratto su cui correva la vecchia linea ferroviaria prussiana per il trasporto transfrontaliero ha partecipato alla storia commerciale dell’Europa centrale. Ridefinendo più volte i confini fra Belgio e Germania. A partire dal trattato di Versailles—tolta la “parentesi” del nazismo—il territorio appartiene al Belgio (sorgono alcune enclavi tedesche lungo la vecchia tratta).

Oggi la Vennbahn è una bellissima realizzazione turistica, che presenta come primo “vantaggio” una varietà paesaggistica notevole: nonostante l’assenza di altitudini. Tappa dopo tappa, il che vuol dire anche “paese dopo paese”—ben connessi, ciascuno con la vecchia stazioncina dismessa, che si può ammirare tuttora—si susseguono pascoli e allevamenti, torbiere, colline lussureggianti. Attraverso le Ardenne, la regione dell’Eifel, la riserva naturale dello Hohes Venn, il paesaggio è di quelli che riconcilia.

Le tappe, una mappa, e altre informazioni utili sulla Vennbahn

Anzitutto scarica questa mappa gratuita (è in inglese / tedesco). Contiene le distanze, suggerimenti sulle sistemazioni nei vari Paesi, e una divisione del percorso complessivo in tre “tappe”. La prima va da Aquisgrana a Monschau, passando per l’area delle torbiere. Qui incontri la massima pendenza del percorso: 1,7%. La seconda parte dalla valle del Ruhr in territorio belga e arriva fino a St. Vith. Ci si può fermare al Signal de Botrange, il punto più alto di tutto il Belgio (anzi, di tutto il Benelux): appena 694 metri s.l.m. La terza tappa si snoda nelle valli dei fiumi Our e Oulf, fino a Troisvierges.

Questo, se si parte da nord. Naturalmente, se si vuole, si può partire da sud. Raggiungendo Troisvierges dalla capitale del Lussemburgo. Lo si può fare grazie a questa pista ciclabile che si incrocia con quest’altra) e porsi come tappa conclusiva Aquisgrana, per poi visitarla con tutta calma (per il ritorno: la grande città più vicina a questo capo della Vennbahn è Colonia).

Se ami viaggiare con la tenda, in questa utile mappa sono indicati numerosi campeggi lungo il percorso.

Immagini: Copertina