La Via Lattea ripresa da un pilota in volo da Zurigo a San Paolo del Brasile

La Via Lattea ripresa da un pilota in volo da Zurigo a San Paolo del Brasile

Ci sono foto straordinarie che possono essere scattate soltanto in determinate circostanze e da persone ben precise. Ovviamente non stiamo parlando di quelle di Henri Cartier-Bresson, o di altri geni della fotografia. Stiamo parlando dell’eccezionale posto dal quale vengono scattate. Un posto il cui accesso è riservato a pochi.

[advertise id=”hello-amazon”]

Sales Wick è un pilota di linea fotografo svizzero, di trent’anni. In questo splendido lavoro ha unito le sue due grandi passioni, per dare vita a un’esperienza incredibile.

Sales ha deciso di registrare, in un suggestivo timelapse, il cielo stellato e notturno dal suo punto di vista privilegiato durante il volo. Il viaggio è partito da Zurigo ed è terminato a San Paolo del Brasile.

Il volo è stato raccontato nel dettaglio sul sito personale: i paesaggi che si possono vedere sulla parte inferiore del video cambiano impercettibilmente visti da lassù, per questo hanno bisogno di didascalie. Dalle Alpi, all’inizio della traversata, il suo aereo ha sorvolato la valle del Rodano per arrivare a Marsiglia e poi Algeria. Da lì ha attraversato la parte nord-occidentale del deserto del Sahara. Una volta arrivato in Senegal ha fatto rotta verso l’oceano Atlantico, la massa scura e nera che si vede a un certo punto nel video, prima di arrivare in Brasile.

Ma quello che colpisce di “FlightLapse #01 – Meet the Milky Way”, come suggerisce il titolo, è il cielo stellato che si mostra in tutto il suo splendore luminoso davanti alla cabina di pilotaggio di Sales. Lontani da qualsiasi forma di inquinamento luminoso, lo sfondo della Via Lattea lascia senza fiato.

Questo video è un regalo, al quale non possiamo non prestare due minuti e mezzo della nostra attenzione quotidiana. Non capita così spesso di ammirare il cielo da un punto di vista del genere: soltanto pochi fortunati (piloti) possono farlo e, ogni tanto, condividerlo con noi passeggeri.

Immagine via Vimeo