Visita online le Grotte di Mogao, il più grande tesoro buddista

Visita online le Grotte di Mogao, il più grande tesoro buddista

Esistono, in giro per il mondo, dei siti culturali che non sembrano esser stati intaccati dal tempo. Il più delle volte rientrano tra i Patrimoni dell’umanità. Si tratta di luoghi designati dall’UNESCO, l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’educazione, la scienza e la cultura. Tra questi luoghi, dal 1987, ci sono anche le Grotte di Mogao, note per essere il più grande tesoro d’arte buddista riuscito a superare al meglio le intemperie del tempo.

Le Grotte di Mogao, note anche come Grotte dei diecimila Buddha, si trovano nel nord-ovest della Cina, nella periferia della cittadina Dunhuang. Più precisamente, le grotte si trovano sul colle “Mingsha”, che tradotto letteralmente significa “della sabbia che risuona”. Lì, nel versante sud-ovest del colle, le grotte di Mogao si estendono su ben cinque diversi livelli.

I lavori della realizzazione delle grotte iniziarono nel quarto secolo d.C. e si conclusero all’incirca mille anni dopo. In questo arco di tempo molti mecenati e commercianti contribuirono all’impresa. Tutto iniziò nel 366 d.C., quando il il monaco buddista Lezun riuscì a convincere un ricco credente a fondare un monastero nel luogo in cui aveva avuto la visione di mille Buddha.

All’interno delle centinaia di strutture costruite attraverso i secoli, si possono osservare ancora oltre 200 statue d’argilla con le fattezze di Buddha, migliaia di statue conservatesi perfettamente e pitture murali.

Nonostante l’ottima conservazione dei reperti, in realtà, si possono visitare solo una ventina di grotte a rotazione. Recentemente, però, qualcosa è cambiato. Il governo cinese ha messo a disposposizione la possibilità di “poter visitare” le bellezze artistiche di oltre 30 grotte direttamente da casa, online. Se hai voglia di farti un bel giro e immergerti nel passato, senza alzarti dalla sedia, inizia pure il tuo viaggio virtuale.

Immagine via Flickr